La Chiesa

Il Complesso Monumentale di Monteverginella sorge su un’antica insula greca, di cui conserva ancora la forma originale. La chiesa originaria nacque grazie alla volontà di Bartolomeo Di Capua, figura di spicco della corte angioina.

La chiesa che vediamo oggi fu fondata nel 1588 ed affidata ai costruttori Vitantonio e Santo Alfieri. Ignoto è il nome del progettista. Il contratto prevedeva la riedificazione della chiesa, del campanile e del monastero.
La nuova chiesa si affiancò alla vecchia, che sorgeva dove ora vi è il chiostro. La vecchia chiesa restò in piedi fino alla fine del Cinquecento, quando ormai era pronta la navata della nuova.

Il Chiostro

Il chiostro, di forma rettangolare, è caratterizzato da ventotto pilastri in piperno e da pilastri ornati con capitelli tuscanico in travertino nell’ambulacro. Gli stucchi delle finestre sono attribuiti a Domenico Antonio Vaccaro, che probabilmente realizzò anche l’ultimo piano attuale.

Particolarità degli stucchi è l’unicità di ogni decorazione; al centro, il pozzo risalente al XVII secolo. Durante la seconda guerra mondiale, in seguito all’esplosione di una nave americana, un grosso frammento cadde nel chiostro senza procurare danni. In ricordo dello scampato pericolo le Salesiane collocarono il frammento ai piedi della statua della Madonna.

Visite Guidate

23
novembre

Visita Guidata del sabato mattina

partenza ore 10, 11, 12
Via Paladino, 20 Napoli

Visita guidata gratuita a cura dei ragazzi del Centro di Aggregazione Giovanile dell’Istituto San Giovan
24
Nov

Visita Guidata della domenica mattina

ore 10 - 11 - 12
Via Paladino, 20 Napoli

Visita guidata gratuita a cura dei ragazzi del Centro di Aggregazione Giovanile dell’Istituto San Giovan

Dal 1935 le figlie di Maria Ausiliatrice curano la chiesa

Gallery

Scrivi un Messaggio